Cala Macarelleta

Ieri mattina, alle ore 6, è suonata la sveglia. No, non dovevo andare a lavorare –era il mio giorno libero!- Il Pescatore voleva approfittare della sua mattina libera per andare in spiaggia. La cosa non mi stupisce visto che credo che sia tra i pochi che si alzano la domenica alle 5.30 per andare a pescare (quando questo è l’orario abituale della sveglia durante la settimana!).

Volevamo andare a Macarelleta e a quell’ora, sapevamo, non avremmo trovato nessuno, se non qualche hippie accampato in spiaggia (come poi è successo). Quello che non sapevo è se ci fosse stato già sole: in inverno, infatti, bisogna aspettare la tarda mattinata prima che i raggi raggiungano la spiaggia.

Cala Macarelleta

Macarelleta è un gioiello, un angolo di paradiso dove davvero ci si chiede se l’essere umano non sia di troppo.

Avvicinandosi dalle rocce della scogliera che la separa dalla sorella maggiore Macarella, facendo attenzione a non scivolare, è impossibile non rimanere estasiati di fronte alle acque verde chiaro, la striscia di sabbia bianca circondata da alberi.

Gli unici rumori sono l’acqua del mare e i grilli. Qualche barca al largo fa tornare alla realtà.

Macarelleta

Questo è quello che mi ha fatto innamorare di questa spiaggia vergine, nel lontano maggio 2010. Inutile dirlo, è la mia spiaggia del sud preferita (e copertina di questo blog, se ve lo stavate chiedendo!).

Per non farmi cadere questo ideale di bellezza e natura incontaminata, sappiate che in stagione non ci vado. Ci andai una volta soltanto e mi sembrava di essere tornata a Rimini –ma senza ombrelloni e lettini-. La spiaggia, infatti, è talmente piccola che non si faceva in tempo a scendere i gradini scavati nella roccia, che bisognava stare attenti a muoversi per non pestare gli asciugamani degli altri.

Ora, siete liberi di andarci ad un orario di vacanza, ma non abbiate troppe aspettative.

Mi ricordo ancora di un cliente in reception, in pieno agosto.

Lui: “Estoy buscando una playa donde se pueda aparcar justo al lado, con un chiringuito y donde no haya mucha gente al mediodia.

Io: “Señor, creo que Usted se ha equivocado de isla”.

Se però volete vederla come in questa fotografia, allora fate un piccolo sforzo e mettete la sveglia presto per un giorno. Eviterete la fila al parcheggio (noi per uscire alle 10 ci abbiamo messo una vita, considerando che la strada è larga quanto una macchina ma la usano a doppio senso), il calore asfissiante del giorno, la folla di gente lungo il sentiero.

Macarelleta

Per raggiungere questa spiaggia incantata, ci sono due possibilità.

La prima, la mia preferita, è quella di percorrere il Camì de Cavalls da Cala Galdana. Sono 45 minuti -10 minuti in salita, 20 a livello pianeggiante, poi scale per scendere fino a Cala Macarella (queste al ritorno distruggono) e altri 15 minuti sulla scogliera per raggiungere Macarelleta.

Non avrete problemi di parcheggio e vi godrete una bella passeggiata, con la possibilità di fermarvi in punti panoramici.

L’altra, che non amo particolarmente, è arrivare fino alle rotonda 3 della Ronda Sur di Ciutadella e prendere il Cami de Sant Joan de Missa. In 15 minuti, senza traffico, arriverete al bivio dei due parcheggi. Ce n’è uno a pagamento (5€) aperto dalle 9 alle 18, a due passi da Macarella, e uno gratis, a 15 minuti a piedi dalla spiaggia. Una volta arrivati a Macarella, continuate sulla destra (guardando il mare), prendendo il sentiero che sale sulla scogliera. In 15 minuti arriverete a Macarelleta. Vi consiglio scarpe da tennis/escursione.

Scheda tecnica

Nome: Cala Macarelleta

Municipio: Ciutadella

Tipo di spiaggia: vergine

Composizione sabbia: sabbia bianca

Lunghezza: 40 m

Tipo di accesso: a piedi (per il Cami de Cavalls)

Difficoltà: media

Parcheggio: 2 presso Macarella, uno gratis (30 min a piedi) e uno a pagamento (15 min a piedi)

Servizi: nessuno (salvataggio, kayak e ristorante presso Macarella, a 15 min a piedi)

Annunci

Un pensiero su “Cala Macarelleta”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...